bando

art.1 – Promotori

Promuovono i Premi:

l’Istituto Nazionale di Architettura sezione laziale – IN/ARCH Lazio
l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia – OARPPC
l’Associazione Costruttori Edili di Roma e provincia – ANCE Roma-ACER

art. 2 – Oggetto dei Premi

L’architettura coinvolge una vasta gamma di interessi culturali, civili, professionali e imprenditoriali; di conseguenza l’obiettivo dei Premi è promuovere la qualità dell’architettura e dell’opera costruita intesa come esito della partecipazione di soggetti diversi: committenti e utilizzatori, progettisti, imprenditori edili e produttori di componenti.
Questo approccio risulta di particolare attualità oggi che le trasformazioni del territorio, in tutte le loro forme, tendono ad essere sempre più il risultato di un processo complesso e articolato, che vede la partecipazione di molteplici soggetti di natura diversa.
I promotori bandiscono la sesta edizione di romArchitettura – Premi Regionali per la valorizzazione dell’architettura contemporanea nel Lazio. Gli interventi premiati entreranno nella rosa dei Premi Nazionali IN/ARCH – ANCE

art. 3 – Tipologia dei Premi

L’iniziativa è articolata in sei tipologie di Premi e due Premi Speciali, e precisamente:

1. PREMIO PER UN INTERVENTO DI NUOVA COSTRUZIONE

Il Premio è assegnato ad un intervento di nuova costruzione realizzato, valutato esito rilevante di un processo edilizio integrale.
Vengono premiati i tre principali soggetti che hanno contribuito alla realizzazione dell’intervento:
committente, progettista o studi di progettazione, imprese esecutrici.
L’intervento (singolo edificio o complesso di edifici) deve essere di nuova costruzione e deve essere localizzato nel Lazio, terminato in un arco temporale compreso tra il 2012 e il 2017 e realizzato da soggetti italiani.

2. PREMIO PER UN INTERVENTO DI RESTAURO / RIQUALIFICAZIONE ARCHITETTONICA

Il Premio è assegnato ad un intervento realizzato di restauro e/o di riqualificazione/riuso, valutato esito rilevante di un processo edilizio integrale.
Vengono premiati i tre principali soggetti che hanno contribuito alla realizzazione dell’intervento:
committente, progettista o studi di progettazione, imprese esecutrici.
L’opera deve essere localizzata nel Lazio, terminata in un arco temporale compreso tra il 2012 e il 2017 e realizzata da soggetti italiani.

3. PREMIO PER UN INTERVENTO REALIZZATO, PROGETTATO DA UN GIOVANE PROGETTISTA

Il Premio è assegnato a tre opere distinte e giudicate esito rilevante di un processo edilizio integrale. Vengono
premiati, per ciascuno dei tre interventi, i tre principali soggetti che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera: committente, progettista o studi di progettazione, imprese esecutrici.
Il premio può essere assegnato a interventi di nuova costruzione e/o di riqualificazione (edifici, spazi aperti, architettura d’interni) localizzati in Italia o all’estero, terminati in un arco temporale compreso tra il 2012 e il 2017 e realizzati da progettisti operanti nella regione Lazio.
Si precisa che gli interventi devono essere progettati da professionisti (titolari dell’incarico, anche facenti parte di studi professionali) che al momento della data di ultimazione dell’opera stessa, risultino avere età pari o inferiore a quaranta anni.

4. PREMIO IN ONORE DI “BRUNO ZEVI” PER LA DIFFUSIONE DELLA CULTURA ARCHITETTONICA

Il Premio è assegnato per una pubblicazione, un filmato, una mostra o per un’attività culturale (anche su internet, su reti televisive o radiofonia) che abbia contribuito a divulgare i valori dell’architettura contemporanea.
Il Premio è assegnato al curatore o al direttore della testata.

5. PREMIO PER UN INTERVENTO IN UNO SPAZIO ESTERNO

Il Premio è assegnato ad un intervento realizzato in uno spazio esterno, pubblico o privato (Parco Attrezzato, Giardino, Piazza o Strada etc), valutato esito di un processo realizzativo integrale.
Vengono premiati i tre principali soggetti che hanno contribuito alla realizzazione dell’intervento: committente, progettista o studi di progettazione, imprese esecutrici.
L’opera deve essere localizzata nel Lazio, terminata in un arco temporale compreso tra il 2012 e il 2017 e realizzata da soggetti italiani.

6. PREMIO ALLA CARRIERA

Il Premio è assegnato ad un progettista vivente operante nel Lazio, le cui opere costituiscono un importante contributo alla storia dell’architettura contemporanea

7. PREMIO SPECIALE “EPM EDILPIEMME – CRISTINA rubinetterie” PER UN INTERVENTO DI ARCHITETTURA DEGLI INTERNI

Il Premio è assegnato ad un intervento realizzato di architettura degli interni, pubblico o privato, valutato esito rilevante di un processo realizzativo integrale.
Vengono premiati i tre principali soggetti che hanno contribuito alla realizzazione dell’intervento: committente, progettista o studi di progettazione, imprese esecutrici.
L’opera deve essere localizzata nel Lazio, terminata in un arco temporale compreso tra il 2012 e il 2017 e realizzata da soggetti italiani.

8. PREMIO SPECIALE FONDAZIONE ALMAGIÀ PER LA SPERIMENTAZIONE EDILIZIA

Il Premio è assegnato a una ricerca teorica o a un intervento realizzato che sviluppi un alto grado di innovazione sul tema del contenimento energetico e/o di tecnologie e materiali sperimentali.
Viene premiato chi sviluppa lo studio o, nel caso della realizzazione, vengono premiati i tre principali soggetti che hanno contribuito alla realizzazione dell’intervento: committente, progettista o studi di progettazione, imprese esecutrici.
In questo caso l’opera deve essere localizzata nel Lazio, terminata in un arco temporale compreso tra il 2012 e il 2017 e realizzata da soggetti italiani.

art. 4 – Natura dei Premi

I Premi consistono in una targa che reca la stampigliatura “Premio romArchitettura sesta edizione per…………………..”, con l’indicazione del tipo di riconoscimento conferito (segnalazione o premio), nonché una copia del catalogo, con la pubblicazione di tutti i progetti segnalati e premiati.

art. 5 – Candidature

Per ogni premio vi saranno fino a cinque candidature, cioè segnalazioni ufficiali del Premio romArchitettura 6, che saranno proposte da 3 esperti in funzione di advisor, scelti congiuntamente dagli enti promotori.
I segnalatori possono indicare interventi da loro ritenuti significativi e prenderanno in considerazione anche le proposte liberamente inviate dagli iscritti dell’IN/ARCH LAZIO, degli Ordini degli Architetti PPC di Roma e Provincia e dell’ANCE Roma – ACER.

 

Le candidature / auto-candidature devono essere effettuate in forma palese (esclusivamente on-line
alla segreteria del Premio) e devono giungere entro la data del  15 giugno 2017 ore 12,00

 

art. 6 – Giuria

La Giuria incaricata di assegnare i Premi è composta da:
• un rappresentante di ciascuna delle Istituzioni promotrici
• due professori delle Facoltà di Architettura/Ingegneria di Roma
• un esponente di chiara fama scelto congiuntamente dagli enti promotori
• il coordinatore del Premio

Per il Premio Speciale Fondazione Almagià per La Sperimentazione Edilizia il Presidente della Fondazione Almagià si affiancherà alla Giuria

I membri della Giuria ricevono dalla Segreteria Tecnica dei Premi un dossier su tutte le candidature/segnalazioni presentate e assegnano i Premi esclusivamente ai soggetti selezionati dagli advisor. Non sono previsti Premi ex equo.

I lavori della Giuria, costituita con la presenza di almeno 5 membri, sono segreti e si tengono secondo il calendario stabilito dagli Enti banditori. Le decisioni sono prese a maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente della Giuria, che verrà scelto preventivamente dai giurati stessi.
Il giudizio della Giuria è inappellabile.

Il verbale deve contenere una breve illustrazione sui criteri di valutazione assunti e sulla metodologia seguita per i lavori; l’elenco delle candidature esaminate; la valutazione di ogni concorrente premiato. La Giuria è supportata dal Segretario dell’IN/ARCH Lazio, che partecipa ai lavori della Giuria senza diritto di voto e che redige i verbali.

art. 7 – Esclusioni

Non possono essere candidati ai Premi gli esperti designati per le proposte di candidature, i membri della Giuria, il coordinatore e il segretario, né i congiunti di tutti i predetti sino al terzo grado di parentela.

art. 8 – Conferimento Premi

I Premi saranno conferiti nel corso di una manifestazione pubblica per la quale sarà data la massima risonanza su tutti i mezzi di comunicazione.
Verrà redatto un apposito catalogo con la pubblicazione di tutti i progetti segnalati e premiati.
Segnalazione relativa ai Premi, alle finalità, alle candidature e ai premiati, verranno pubblicate inoltre sulle riviste “Costruttori Romani” e “AR Edizioni” organi dell’ANCE Roma – ACER e dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia.

art. – 9 – Segreteria tecnica dei Premi

D’intesa tra i Promotori viene costituita una Segreteria tecnica dei Premi; il segretario dell’IN/ARCH Lazio, Claudio Betti, svolge le funzioni organizzative.

segnalazioni on line

Le segnalazioni devono essere inviate, entro le ore 12.00 del 15 giugno 2017, alla Segreteria Tecnica dei Premi ubicata presso la sede della Casa dell’Architettura in piazza Manfredo Fanti 47 – 00185 Roma

e-mail: romarchitettura@inarchlazio.it

Coordinatore di romArchitettura6: Massimo Locci
Referente della Segreteria Tecnica: Claudio Betti – 347 5749498

www.romArchitettura.inarchlazio.it

email: romArchitettura@inarchlazio.it