ROMARCHITETTURA

 1° premio per la valorizzazione
 dell'architettura contemporanea nel Lazio

 
Premio istituito dall'Ordine degli Architetti di Roma e Provincia e dall'Istituto Nazionale di Architettura - Lazio, con la collaborazione della Fratelli Palombi Editori e con il contributo dell'ACER, rivolto alla valorizzazione dell'architettura contemporanea nel Lazio.
Il premio si articola in otto differenti sezioni:
Premio ORDINE ARCHITETTI ROMA alla carriera, premio LUDOVICO QUARONI destinato a un architetto iscritto ad uno degli Ordini professionali del Lazio le cui opere, anche non realizzate nella regione, costituiscano un importante contributo alla storia dell'architettura contemporanea e la cui figura rappresenti con eccellenza la cultura di Roma e del Lazio.
Premio ORDINE ARCHITETTI ROMA ad un'opera di architettura, premio MAURIZIO SACRIPANTI destinato ad una architettura, realizzata nell'ambito del territorio della regione Lazio anche da progettisti non della regione, che abbia contribuito a conferire qualità morfologica e figurativa al contesto.
Premio IN/ARCH ad un'opera prima premio destinato ad un architetto, nato dopo il 6 ottobre 1961, iscritto ad uno degli Ordini professionali del Lazio, che si sia distinto particolarmente per la ricerca di qualità architettonica, realizzando un'opera di architettura, anche al di fuori della regione nell'intento di promuovere figure emergenti o finora non adeguatamente valorizzate e conosciute nel panorama professionale.
Premio ORDINE ARCHITETTI ROMA ad una architettura d'interni, premio MARIO RIDOLFI destinato ad un progetto di interni o ad un allestimento, realizzato da un architetto iscritto ad uno degli Ordini professionali del Lazio. Il premio può anche essere attribuito ad un oggetto di design purché prodotto e commercializzato in più copie.
Premio BRUNO ZEVI ad una pubblicazione premio destinato ad un saggio, articolo, libro o parte di libro, od anche ad una attività culturale che abbia contribuito a divulgare i valori dell'architettura contemporanea di qualità.
Premio MARCELLO PERGOLANI ad una Scuola premio destinato ad un Istituto di Istruzione Superiore del Lazio, che si sia impegnato alla divulgazione ed alla valorizzazione dell'architettura contemporanea.
Premio ACER ad una Impresa premio destinato ad una impresa di Costruzioni, iscritta ad una delle Associazioni dei Costruttori Edili del Lazio. che si sia distinta per la qualità dell'esecuzione di un'opera di Architettura, anche al di fuori del territorio della regione.

A partire dal 7 maggio 2001 e sino alle ore 12 del 7 settembre 2001 potranno pervenire in Roma, via di Villa Patrizi 11, presso la segreteria del Premio, in forma diretta, oppure via telefax al numero 064403885, od anche tramite posta elettronica all'indirizzo romarchitettura@archiworld.it, segnalazioni e candidature, da parte degli stessi progettisti, degli iscritti all'Ordine e da privati cittadini.

Non saranno prese in considerazioni segnalazioni e candidature anonime.
- Per le Sezioni 1, 6, 7 e 8 le candidature dovranno essere accompagnate da una breve descrizione (max 15 righe) che dovrà contenere in forma pregiudiziale le indicazioni precise sulla persona, sull'istituto o sull'impresa segnalata.
- Per le Sezioni 2, 4 e 5 le candidature dovranno essere accompagnate da alcune immagini (foto e disegni nel numero massimo di 8) e da una breve descrizione che dovrà contenere in forma pregiudiziale le indicazioni precise del progettista, degli eventuali collaboratori e dell'impresa esecutrice.
- Per la Sezione 3 le candidature dovranno essere accompagnate da un dossier formato UNI A3 (massimo 10 fogli), recanti sul frontespizio il nome del progettista (o dello studio), e contenenti almeno 3 fotografie a colori (di formato non inferiore a cm.18 x 24) e disegni illustrativi dell'opera - planimetria generale, piante dei livelli, prospetti e sezioni - accompagnati da una breve relazione tecnica e con l'indicazione dell'impresa esecutrice dei lavori.
L'assegnazione dei premi avverrà con deliberazione insindacabile della Giuria. Per ciascun premio la giuria può individuare sino a tre segnalati.
Al vincitore ed ai segnalati sarà consegnato un diploma.
Al vincitore sarà consegnata anche: la scultura ROMARCHITETTURA, la targa dell'APT della Regione Lazio e dove previsto il premio associato.
È altresì compito della Giuria la valutazione sulla possibilità di pubblicazione dei progetti e degli scritti ritenuti meritevoli.
Per le Sezioni 1, 6 e 7 la Giuria potrà assegnare i premi anche al di fuori delle segnalazioni pervenute.
Per le Sezioni 2, 4, 5 e 8 saranno valutate dalla Giuria le opere realizzate dopo il 6 ottobre 1996.
Una apposita pubblicazione verrà interamente dedicata al premio e presenterà i progetti vincitori, oltre ad una scelta tra i progetti più significativi segnalati dalla giuria.
Il materiale inviato sarà conservato presso gli Enti banditori al fine di costituire un archivio dell'architettura contemporanea del Lazio.
Gli Enti banditori si riservano il diritto di poter organizzare mostre.

La Giuria dell'edizione 2001 sarà resa nota prima della data di apertura delle segnalazioni.

Essi nella loro prima riunione provvederanno a nominare un Presidente ed un Segretario. Nell'ultima riunione compileranno un verbale con le indicazioni precise delle assegnazione e di tutte le altre deliberazioni. Le riunioni della Giuria saranno ritenute valide purché siano presenti il Presidente, il Segretario ed almeno altri quattro membri.

Roma 26 febbraio 2001
con il patrocinio di
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Azienda di Promozione Turistica - Regione Lazio
Comune di Roma - il Sindaco
Assessorato alle Politiche della Pianificazione del Territorio
Assessorato alle Politiche Culturali


e il contributo dell'
Associazione Costruttori Edili di Roma e Provincia - ACER

e alla collaborazione della
Fratelli Palombi Editori