ROMARCHITETTURA

 1° premio per la valorizzazione
 dell'architettura contemporanea nel Lazio

 
Premio IN/ARCH ad un'opera prima

premio agli architetti: Luca Scalvedi, Marina Cimato, Patrizia Buongiorno

che hanno realizzato "l'Enclave Scolastica" a Scutari (Albania)

Progetto architettonico: L. Scalvedi (coordinatore) con M. Cimato, P. Buongiorno
Direzione Lavori: Luca Scalvedis, Cristoforo Gentile
Impresa: Di Vincenzo Dino & C. spa, Pescara

In un'area centrale dove l'edilizia al contorno è priva di regole di relazione tra i suoi prodotti, l'Istituto ha richiesto la realizzazione di una enclave scolastica organizzata in due lotti separati, una scuola professionale femminile integrata con servizi collettivi e con residenze per allieve ed insegnanti, ed un altro lotto comprendente una scuola materna, una scuola primaria e una palestra. La struttura, accolta con entusiasmo dalla comunità locale, già svolge un ruolo determinante nell'evoluzione socio-culturale della città, offrendo ai bambini e alle giovani donne albanesi un attrezzato campus scolastico e un'importante occasione di crescita professionale.

La matrice insediativa proposta si sviluppa lungo l'asse sud-est nord-ovest per valorizzare le vedute più significative sul profilo montano-collinare e si delinea instaurando una continuità spaziale tra gli elementi -benché separati- e un duplice rapporto percettivo alla scala urbana, una netta distinzione tra un fronte più compatto, visibile dalla strada, e un retro più articolato che a sud ovest fa da sfondo al magmatico paesaggio architettonico scuterino.
Il nuovo edificato tenta di misurarsi con il contesto senza per questo rinunciare a marcare la propria specificità; attraverso il ricorso a pieni e vuoti che seguono logiche variabili nella stratificazione orizzontale (piastra al 1°livello e pettine irregolare al 2°e 3° livello) e grazie all'uso "scompositivo" del colore, tipico delI' edilizia scolastica albanese, nel progetto si accentuano la permeabilità fra interni ed esterni e la tridimensionalità degli impaginati prospettici. Ciò produce varietà di scorci e di supporti iconografici nonostante il rigore e l'elementarismo morfologico imposti dai brevissimi tempi di progettazione, dall'alta sismicità del luogo, dal carisma religioso del committente e non ultimo dalle dure condizioni operative sul campo.

 

con il patrocinio di
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Azienda di Promozione Turistica - Regione Lazio
Comune di Roma - il Sindaco
Assessorato alle Politiche della Pianificazione del Territorio
Assessorato alle Politiche Culturali


e il contributo dell'
Associazione Costruttori Edili di Roma e Provincia - ACER

e alla collaborazione della
Fratelli Palombi Editori